martedì 17 dicembre 2013

In Ri-caduta libera





Vado a Reggio,
mi faccio buttare nuovamente fuori dall'aereo
Poi....
basta un filo di nebbia in più alla sera
qualche drink di troppo
ed io cado di nuovo a terra!!!!!

martedì 3 dicembre 2013

LAVORARE STANCA...DI BRUTTOBRUTTO!






 
Non mi sono dimenticata del blog è cheeee...Cazzarola! 
Sono sempre stanchissima!
Mi alzo quasi ogni mattina alle quattro e trenta...e non è umano!
Purtroppo entrambi gli emisferi mi vanno in ko già dopocena, quindi prometto che cercherò di tornare quanto prima ad aggiornare il blog sulla nuova vita che sta conducendo faina.
....se sopravvivo.


sabato 26 ottobre 2013

Lavori in corso

Sono assente da un po'. Lo so.
Ma perdonatemi. 
Mi hanno finalmente dato un lavoro ma con turni che non mi lasciano tregua.
Presto sarò di ritorno a spiegare QUAAALE lavoro mi hanno affibbiato.
Non mi lamento perché finalmente ho un lavoro mio.
.... Solo mio.

UN'ANTEPRIMA....

sabato 28 settembre 2013

Quasi Quasi rimpiango Moreno


A Guantanamo potrebbero usare questi video come strumento di tortura.
E' risaputo che si può anche morire dal ridere.


                                        Ma meglio Lil Angels?....
 
 
... McFierli...
 
 
....o Simoncino????


mercoledì 25 settembre 2013

INCIDENTE DI PERCORSO


Lo dicevo io che quelle cinghie erano troppo strette.

La prossima volta che salirò a 4200 metri al mio pilota tandem dirò:
 "Sí...sì..lègami! ....e frustami! E incrinami un'altra costola...ancora....daaaiiii!"

Morale?
Quando respiro..... quando mi piego....quando mi giro.... quando cammino....quando caco.....FITTE! FITTE! SOLO DELLE FOTTUTISSIME FITTEEEE!!!!

Il dramma è che nonostante questo incidente di percorso io ci ho preso gusto. E PRIMA O POI ARRIVERA' IL GIORNO CHE RIUSCIRO' A BUTTARMI DA SOLAAAAAAA DA QUEL CAZZO DI AEREOOOO!!!!!
Costole permettendo....


 

domenica 22 settembre 2013

Ci sto prendendo gusto


Ieri giornata passata a Reggio per rifocillarmi di adrenalina.
Il mio portafogli non è affatto contento, ma si sa, il lancio crea dipendenza. 
Me lo avevano detto. E poi scusate.... 
...ma che bella gente gira in BFU?


"Scusa?! ...potresti alzarti un attimo in piedi?"


Stranamente sono diventata cosi chiaccherona che porre questa domanda al tipo non mi ha creato nessun tipo di problema.
Non so cosa avrà pensato lui però....
 

lunedì 16 settembre 2013

ASSENZA GIUSTIFICATA


La mia settimana non è stata delle migliori dato che Papà Vagabondo mi ha lasciato definitivamente martedì mattina.
Da quel giorno non ho ancora versato una lacrima e, brutto a dirsi, mi sento sollevata.
Accettare che il proprio genitore abbia deciso di vivere come un eremita, accettare le sue strane manie, la vita senza regole e senza imposizioni, il rifiuto totale ad essere collaborativo non è mai stato facile. 
Ma a mio modo avevo imparato. Questo forse l'avevo già detto in un altro post.

Quando si è abituati a ricevere telefonate dai vari pronti soccorsi almeno una volta al mese (l'ultima risale proprio a sabato scorso...), accade che le prime volte si vada in panico, ci si spaventi, si molli tutto e si corra col cuore in gola e si pensi a cosa possa essere successo. Poi questa paura si trasforma in abitudine, in routine ed il pensiero cambia. Cosi si comincia a pensare vediamo che cosa ha combinato questa volta....
Però ammetto che di pianti, in passato, ne ho fatti tanti e quasi sempre da sola. 

La telefonata giuntami martedì era una delle tante nella lista di quest'anno, ed è stata presa un po' sottogamba cosi ho ritardato il mio arrivo di mezz'ora.
Ma lui questa volta era li senza il suo sorriso beffardo. Steso a terra.
E ho capito che non si sarebbe più rialzato.

Ora tralasciando l'iter di chiamate a parenti, incontri con Croce Rossa, Medico Legale e  Onoranze funebri tra le cose che racconterò voglio soffermarmi anche su una telefonata ricevuta da un mio condomino mentre era in corso questo viavai di gente:
-Patrizia ma lei é a casa oggi?-
-No. Veramente ho dovuto chiudere improvvisamente xché sà...ho trovato mio padre morto stecchito...-
-Ah! Mi dispiace. Quindi...non riesce a stirarmi i panni?-
-Direi proprio di no...-
-Ma neanche nei prossimi giorni? Ho già qui la borsa....-
-(grazie x le condoglianze eh! merdaccia che non sei altro)-


Per fortuna dopo due giorni ha avuto il coraggio di chiedermi scusa.

Dato che siamo parecchio strani in famiglia anche il lutto lo viviamo a modo nostro. E' successo, per esempio, che mentre aspettavamo il documento timbrato dal medico legale per trasportare mio padre in obitorio per l'autopsia a me è scappato un -non si preoccupi, tanto non credo che nostro padre abbia molta fretta-.
Oppure mentre si parlava di ceneri abbiamo chiesto se era possibile metterlo in un barattolo di caffè come Lebowski e disperderlo alla stessa maniera. Ed infine una volta messo nel sacco ho detto che non avrebbero fatto tanta fatica a farlo uscire di casa da quanto poco pesava.


Voglio quella rossa con il Giglio!


Nell'ufficio delle onoranze funebri la scelta della cassettina è avvenuta via Messanger. Qui Bro fotografava i modelli da far scegliere a Madre, mentre io avendola all'altro capo del telefono le dicevo "Mammina...quale preferisci? Vero che le tieni tu le ceneri di papà?"




Ma il bello è avvenuto durante il funerale. Nel giorno più funesto di tutti....
Venerdì 13.
In chiesa ho dovuto trattenermi piú volte dal ridere. Quella ridarola nervosa che quando arriva si è completamente rovinati perché inarrestabile. 
Il prete sembrava uscito dall'Actor Studios. Quante genuflessioni...silenzi...sguardi fissi al cielo e anche alle proprie mani, tanto che ad un certo punto ho pensato che stesse rispondendo a qualche messaggio sul suo telefonino.
L'omino dei canti era certamente più tazzato di mio padre in vita perché non ha azzeccato una nota giusta e la bara mancava solo che si alzasse in piedi tanto era avvolta dall'incenso da sembrare un effetto speciale di qualche concerto rock. 
Ed io in tutta questa situazione paradossale immaginavo il papi che cristava per l'odore d'incenso, che chiedeva al prete un gottin di quel vino e che finalmente ponesse fine a quello strazio di sermone a cui stavamo assistendo. 
Per fortuna dopo con parenti e amici ci siamo riuniti in un bar.
Lunga tavolata di aperitivi e stuzzichini dove abbiamo cantato a squarciagola "io vagabondo" dei Nomadi, la sua preferita.
Abbiamo iniziato il tutto intorno alle 15.30. Qualcuno poi è andato via, ma chi è rimasto lo ha fatto fin quasi le 20.00 e di alcolici ne sono girati parecchi.
Credo di averne contati sette... dei miei intendo.

Ma mica è finita!
Io, Madre, Bro, Sora e tutti gli amici siamo andati a farci una pizzata, altro alcol e poi? Non si vorrà mica andare a casa....Dicono che c'è una festa Reggae in una specie di centro sociale....vuoi non andare ad una festa ReggaeSkaRockSteady?
Ad essere sincera era 'na mmerda. Finale?
Una pizza dopo un risotto ai funghi porcini e dopo tutti gli stuzzichini del pomeriggio non è stata gradita dal mio stomaco.
Ho lasciato gli altri e insieme a Pi sono tornata al quartier Generale dove per una buona mezz'ora la tazza del wc ha visto la mia faccia.
Oggi a distanza di due giorni mi sento ancora una chiavica. Ma sono serena.
Grazie Papi. Son certa che tu avresti fatto lo stesso per me.


venerdì 6 settembre 2013

LE FREDDURE DELLA PEPPA


Al Quartier Generale succede anche questo:

L'idraulico: Passato bene le vacanze?
-Ci sono andata a giugno-
L'idraulico: Ma ho visto che c'era una sostituta ultimamente...
-Chi? La coreana? No. Quella è solo la fidanzata di mio marito-



mercoledì 4 settembre 2013

Buona Notte


Tacchino è andato in ferie, e sono di corvèe al Quartier Generale per sostituirlo.
Naturalmente questo non è da considerarsi volontariato, intendiamoci.
Nella dispensa ora vedo solo cibo coreano....e dato che non c'è Pi ad alleviare le mie incazzature mi toccherà optare per quel che di buono mi resta.
Musica.
Buona Notte.


giovedì 29 agosto 2013

mercoledì 28 agosto 2013

Speedy Post




Ho davanti al bancomat una signora che sta digitando il codice con il binocolo.

giovedì 22 agosto 2013

lunedì 19 agosto 2013

Una settimana devastante


Venerdì ho finito il mio precariato nel regno delle otto scale.
Avrei potuto continuare per un'altra settimana visto che la "pùrtinaia" si è messa in malattia ma, dato che in queste ultime settimane ho pasturato con "losaichetitrombereicosisuduepiedi" e sono finalmente in procinto di concludere, ho declinato senza pensarci due volte l'invito.
Erano davvero dispiaciuti che me ne andassi. 
Bhè certo. Mi sono fatta un mazzo tanto, e tra avances non tanto celate da settantenni sdendati (l'ultima è stata "che scopona che sei..."), abbracci troppo invadenti da uomini che potevano essere mio padre, grattatine alla mano da pizzaioli sfacciati direi che io ero un po' meno dispiaciuta.

Bro è partito per il Regno della femmina incoronata e la fortuna ha voluto che al suo posto arrivasse la sua amica Pi.
Lei è la mia medicina.
Abbiamo avuto una settimana mooooolto impegnativa dove ogni sera poteva mancare anche il cibo ma non la VodkaTonic .
E lei è davvero brava nella preparazione di questo cocktail dissetante.
Ho fatto notte fonda a base di aperitivi quasi tutte le sere, mi sono fatta leggere le carte da un tipo stranissimo, ho pranzato spesso da sola al tavolo (cosa che adoro), con le ruote della mia auto ho seguito la corsia preferenziale del tram per un breve tragitto, mi sono abbuffata di hamburger e patatine fritte alle quattro e mezza di mattina e ho anche avuto qualche uscita fin troppo fast. Ma sono cosi carica che, almeno per ora, niente può fermarmi.
Una volta raggiunto il picco spero però di riscendere e trovare l'equilibrio giusto e la stabilità emotiva per non ricadere nel baratro dell'isolamento.

Ooops! Sta per arrivare Pi e abbiamo da preparare drink per la serata.
Ciauuuuu!!!!


venerdì 9 agosto 2013

L'uomo ha da puzzà


Ehi tu! Sì proprio tu, postino che mi consegni lettere tutte le mattine!
Cos'avrai? Trenta? Trentacinque anni?
Bhè, non lo sai che il dopobarba al Pino Silvestre è stato debellato da questa moderna società dal lontano millenovecentocinquanta perché è il primo deterrente contro le donne?
Il tuo olezzo mi impesta la guardiola e tutto ciò che tocchi per OREEEEEE! 


E poi quella scia mi fa venire in mente le valigie di cartone....il "Noi Volevan, Volevon Savuar".....la Lollobrigida e persino Guglielmo il dentone.
Suvvia....non vedi mai i cartelloni pubblicitari quando vai in giro col tuo scooter?


 Ma secondo te...lui usa Il Pino Silvestre come dopobarba?

L'olfatto e soprattutto la fantasia di noi donne è mooolto, ma moooolto importante.
Quindi ...per cortesia...quello che tu pensi sia un invitante ferormone usalo al massimo come colluttorio o per disinfettarci il tuo water.
Graziieeee. Farai un favore a tutte noi.

martedì 6 agosto 2013

Seconda Settimana



Il dito ha preso proprio un bel colorito
quasi da putrefazione


Lunedi di mmmerda al regno delle otto scale.
Mentre mi accorgo che uno dei sei uccellacci datomi in affido è morto stecchito nella vaschetta del mangime, il boiler nel frattempo ha deciso di sparare acqua nel week allagando mezza stanza .
E per finire....una delle dita dei piedi ha centrato in pieno una barra di metallo.
Dimenticavo le avances insistenti e anche un po' subdole del signor Lello....Frenzy a confronto è Puffo Innamorato.



Frenzy

 
 
 
 
RIDATEMI DJ ANGELO E LE SUE WISTON BLU!
Per la serie le conquiste di Patti.
Qui al Regno mi si è accozzato un tipo sulla settantina che insiste x invitarmi a mangiare fuori a pranzo. Ho dovuto dirgli che non pranzo.
Alchè lui mi ha detto ...cena...al ristorante cinese. Gli ho detto che non mangio.
Ma non ci ha creduto.
Oggi poi il corteggiatore soprannominato Frenzy é andato oltre ogni decenza.
Mi prende il muso e mi dice Bruuutta! e arrivati davanti al suo portoncino vedendomi in difficoltà nel cercare la chiave giusta aggiunge L'hai trovato il buco?
Non oso immaginare ora del 17 che cosa mi tirerà fuori....e guai a chi mi fà battute sarcastiche su quest'ultima frase!
VOGLIOOO SOTTERRARMI e sotterrare tutti gli amici che ultimamente mi fanno i complimenti.
BUGIARDI! BUGIARDI!
Al mio spasimamte attuale però manca un dente davanti.
 

sabato 27 luglio 2013

Il regno delle otto scale


Tornata dalla settimana di vacanze ho cominciato  il mio periodo di precarietà lavorativa. Ovvero dòcogliocoglio.
Il cartello esposto in vetrina dice "La portiera è in ferie. Fino al giorno 17 agosto verrà sostituita da Lapattipeppa"
Eccomi quindi qui. Nel "regno delle otto scale".

Il benvenuto l'ho avuto direttamente ieri, primo giorno lavorativo. Ho cominciato alle otto e trenta e dopo esattamente mezz'ora la scassacazzo di turno arriva."Senta, glielo dico subito...non lo sa che le scale vanno lavate al mattino?"
(Se il risultato finale è lo stesso che ti frega a te di quando lavo le scale?)
Ma le ho risposto che a me avevano riferito diversamente.

E poi cazzola! Devo memorizzare come minimo duecentotrenta cognomi, escludendo i trasferiti e i subaffittati sono solo al secondo giorno e tu, oggi, scassacazzo numero due, mi entri in guardiola per dirmi di fare attenzione, perché ho osato metterti in casella quella pubblicità di merda di sky, che invece era del tuo parente?
Ma-va-fan-gùl!
Perderò dieci chili se va avanti cosi.
Per fortuna c'è Bro che allieta la mia incazzatura celata e mi porta a fare aperitivi a go-go con i suoi amici. Dove gli sbagliati e la wodka tonic scorrono a fiumi, dove si parla di seghe a piramide e a cacciavite, dove le amiche di Bro commentano "Oh! ma che cazzo di tette c'ha tua sorella?", dove nel frattempo faccio sesso via messenger, e dove le risate non mancano mai.

martedì 23 luglio 2013

Mare amore mio



Da queste parti il linguaggio è parecchio colorito. Tralasciando i soliti Boia dè e il budello di tù mà, succede che i ghiaccioli si "struggono", sugli scogli ci si può "smoccolare", se prendi troppo sole ti viene una bella "strinata", quando non si ha nulla da fare si "ciaccia", c'è chi  broccola chiedendo se  ci sono meduse in acqua, ci sono gli "arrizzabanane", (?????) ed infine, cosa divertente, senti dire dai i bagnini intenti chi a fare flessioni sulla barchetta di salvataggio e chi a districare le funi con le boe: "Oh! si scommette dugènto seghe che ci riusciamo?"










Purtroppo la vacanza è finita, ho visto Madre e Sora, grandi bevute e tanti tanti sorrisi. Ma la soddisfazione più grossa l'ho avuta da Bro. Quando mi ha vista ha esclamato: Posso dire che sei inguardabile? Fai schifo!"
Riferito alla "poca" abbronzatura presa in questa settimana.

lunedì 15 luglio 2013

Chiuso per ferie


Posto nuovamente a spizzichi e bocconi:
Punto primo. Domenica mattina fatto secondo lancio tandem. Ed è stato orgasmo puro.
Punto secondo. Sono al mare finalmente.
Punto terzo. Ed è quello che mi ha divertito di più questa settimana: .... Bro diretto a Malpensa tra tutte le persone che incontra in aereoporto chi ti vede tra trolley e valigie?
Tacchinooooo! Tacchinooooo e CinSukaLiiiiiin! 
Avrei voluto vedere la sua faccia!!!
-Quella di Tacchino, intendo-
Uuuhahahahahahah! Uuuuahahahahahahah!......scusate.....Uuuuahahahahahah! e Bro gli è andato incontro. Ma non essendo faina come me, non si è presentato come cognato.
Quanto avrei voluto essere una mosca.....quanto avrei voluto.
Un saluto. Domani devo andare a lavor...ehm, al mare.

martedì 9 luglio 2013

Novità della settimana


-Sono al Quartier Generale già da dieci giorni.
-Sostituisco colui che è andato in ferie con la sua CinSukaLin e che, dopo essere uscito di casa con il suo trolley, SOLO dopo due stramaledettissime ore mi chiama sul cell:
Che c'è? Niente, non ti posso chiamare? No! Ah, va bene. Allora ciao. Ciao!
(Tacchino nooo?! Chi altri?)
-Finita questa sostituzione farò una settimana da madre. Solemaresolemaresolemare.
-Magari mi scappa pure un altro lancio.
-Tornerò carica. Giusto giusto per affrontare OTTO SCALE per un mese in sostituzione fulltime.

-E... tadaaààà! Ultimo:
Alla Gwen io ci faccio un baffo!
E pure le sopracciglia già che ci siamo.







 

GnaGnam!

Ora capisco l'utilità degli Spritz

sabato 29 giugno 2013

 
 
Che palle certa gente!
Sulle loro pagine si vedono solo 
video e foto di gatti.
 

martedì 25 giugno 2013

L'arte di arrangiarsi


-Posso portarti un po' di panni da stirare?-
-Ceeeertoooo!-



Quando dico che ho una valigia piena di panni da stirare  devi credermi sulla parola.
Se poi ci aggiungo anche una quindicina di camicie,
la mia giornata è praticamente andata.
E domani si ricomincia.

domenica 23 giugno 2013

Il piccolo Chucky





In tabaccheria per fare rifornimento trovo, dietro al bancone, una bimbetta intenta a coccolare un pargolo.
Ho strabuzzato gli occhi.
Mi dice che si chiama Christian.
Ma che cavolo! Posso toccarlo? Le chiedo.
Che impressione!
Dove sono finiti  i Cicciobello di una volta?





sabato 22 giugno 2013

Zanzara fastidiosa

Da qualche giorno nel mio blog si è insediata una zanzara.
Una zanzara molto fastidiosa.
Questo microscopico insetto non ha avuto neppure l'educazione di presentarsi e continua a sputare sentenze senza neppure conoscermi.
Ma nonostante le sue critiche vedo che non fa altro che passare di qua "elucubrando" commenti a destra e a manca.
Non deve avere una vita molto interessante se questo è diventato il suo passatempo preferito.
Quando si sarà stufata di pungere e si renderà conto di quanto ridicola stia
diventando, la zanzara tornerà nello stagno da dove è arrivata. Lì, molto probabilmente ci sarà ad aspettarla un rospo verde.
Verde dalla vergogna però.
Pensa te, sono riuscita a tirare fuori un post anche da questa situazione a dir poco grottesca. 
Comunque "I tuoi commenti alimentano il mio blog" quindi....
E con questo ho chiuso il capitolo zanzara.



giovedì 20 giugno 2013

Pronta per un pic-nic

                 ECCOLI!

 
Sì, lo so, assomigliano più ad una tovaglia.
Ma io li ho trovati adorabili. E poi sono cosi comodi.
Solo che a casa, nell'indossarli, ho notato una scucitura proprio all'altezza del cavallo.
Che il Mandingo abbia voluto lasciarmi un messaggio indiretto?
Vado a prendere ago e filo....

martedì 18 giugno 2013

Finalmente sprizzo eros da tutti i pori



Questa mattina ho comprato un pantalone etnico alla bancarella del mercato.
Al momento di pagare il mandingo coi dread nel darmi la ricevuta mi dice:
"Qui c'é il mio nome e numero di telefono. Sei bellissima!"
Sono scoppiata a ridere.
Però aveva un culo .....

lunedì 17 giugno 2013

Prime scoperte


 
La tempesta ormonale ha fatto riemergere il ricordo di quando avevo circa otto anni, sulla prima effettiva scoperta di un membro maschile che vado ora qua a raccontare.

I miei genitori avevano l'abitudine di tenere in un cassetto del comodino riviste pornografiche. Un pomeriggio informato il mio amico d'infanzia di questo ritrovamento colossale gli ordinai tassativamente che dovevamo provare tutte quelle strane posizioni anche noi.
 
Cosi, ci mettemmo sotto le lenzuola.
 
-Tu mettiti cosi! Ma no! Non cosi! Non vedi come è messo l'uomo? Ora faccio quello che fa la donna...Senti qualcosa?-
-No. Non sento niente! Anzi togliti che non mi piace.-
-Ora però tocca a te andare giù-
-Ma a me fa schifo!-
-Pure a me ha fatto schifo! Ma se lo fanno loro dobbiamo provare anche noi!-
 
Alla fine di questo studio sulla natura umana, entrambi ci chiedemmo cosa ci trovassero gli adulti di cosi speciale, perchè noi provammo solo disgusto.
Questo fatto non si ripetè più.
 
Neppure da adulti. Aggiungo io, per fortuna!

domenica 16 giugno 2013

Quando meno te lo aspetti


Ma chi l'avrebbe mai detto...
Pare che il letargo stia per finire.
E tu, tu neppure lo sai che cosa hai combinato.





sabato 15 giugno 2013

Che stallone!

Mi sveglio,
apro le finestre
e mi accorgo che al posto del giardino
c'é uno steccato con dei bellissimi cavalli
e puledri al pascolo.
Il padrone dei quadrupedi mi si para davanti e mi saluta sorridendo.
Apperò....
Che sogno di merda!

mercoledì 12 giugno 2013

Aria pulita


E' Proprio Uguale al Mac Donald di Milano


Oggi mi sono seduta ai tavolini esterni di Mac a mangiare un panino e mentre stavo fumando ALL'APERTO la mia bella sigarettina arriva una brutta troia con carrozzina al seguito (non riesco a trovare altre definizioni, scusate) la quale con accento dell'est (qualcuno mi deve spiegare perché quando si rivolgono a noi queste donne hanno sempre un tono così aggressivo? Mah!) e praticamente mi ORDINA di spostarmi a fumare perché, dice lei, é VIETATO FUMARE dove ci sono i bambini.
EHHHHHH???

Scusate io adoro i bambini ma da quando in piazza Mercanti é vietato fumare?
Ci fossi stata solo io....o me l'avesse chiesto in un modo un pò più cortese...magari.

Le ho risposto di NO e ho continuato a spipettarmi, con più gusto di prima, la mia Merit. Sono stata un pò bastarda lo so, ma quella dove pensava di aver portato il pargoletto? Sul Monte Cervino?




sabato 8 giugno 2013

Lapattipeppa Vola


Che lo dico a fare?
Era una cosa che sognavo di fare da più di un anno.
Cosi in settimana mi sono decisa, ho telefonato e oggi mi sono buttata.
Esperienza unica!
Anche se quando hanno aperto il portellone e ho visto gli altri sparire nel nulla ho pensato:
"Ma questi si stanno buttando nel vuoto!"
...Io no invece...
Da rifare, da rifare assolutamente!


 
 
 
 

ready to go

In attesa

giovedì 6 giugno 2013

martedì 4 giugno 2013

Ch-ch-ch-ch-Changes


Mica me ne sono andata.
Presa da sacchetti e sacchettini portati da una casa all'altra ho messo da parte il pc per qualche giorno e ora devo recuperare un po' di post non letti. 
Ma quanto cazzo scrivete?

A parte il mio Ciccio e quattro stirate qua e la, la mia vita la sto dedicando al cazzeggio totale (vedi foto).
Se non mi metto a pensare che sono senza lavoro devo dire che non è affatto male.

Come è andata a finire con il programma di The Voice?
Mi sono dovuta ricredere.
Primo perché la trasmissione è in diretta, poi perché la Raffa rimane un mito ed infine che il Pierazzo avrà pure il pizzetto, indosserà quei pantaloni di pelle dal lontano 1980 ma ha una camminata ragazze....che spettina tutte.
Insomma divertita un sacco, ballato e cantato tutta sera.

Nel frattempo dopo anni di isolamento chiusa nella cella dorata insieme a Tacchino a fare cenni di saluto come il cagnolino dietro il lunotto posteriore di una 127, ora prendo la metro come ogni benedetto cristiano che c'è sulla faccia della terra.
Alle puzze però mi devo ancora abituare.

La mia nuova dimora è tornata ad essere la casa dove ho passato l'adolescenza.
Ora al suo interno non c'è più nulla che mi rappresenti ma alla sera i muri della mia stanza mi fanno tornare in mente un periodo mal vissuto. Questo NOBUONO.

E poi vogliamo mettere?
La mattina... per me....la sveglia....è diventata proprio un optional.






giovedì 23 maggio 2013

Pedro-pedro-pedro-Pedro-Pè


Stasera salterò la cena perché sono stata invitata a vedere The Voice.
E ci vado.
Metto la parrucca bionda?

  No Kermit! E' inutile che canti. Tu non sei invitato!

 

martedì 21 maggio 2013

Un Outlet particolare


D'accordo che non prendo la metropolitana da parecchio
ma questa pubblicità mi ha fatto
letteralmente strabuzzare gli occhi.
 
Ma il portachiavi è un omaggio per i parenti
o per il defunto?
 
 

domenica 12 maggio 2013

sabato 11 maggio 2013

Odore di Buono


...Tra un gioco e l'altro mi abbraccia forte forte e a me si apre il cuore...

In questo blog, non si parla mai di pappe, vagiti, pannolini, tette gonfie (quelle purtroppo c'è l'ho a prescindere), notti insonni e ciò che concerne il mondo delle mamme.
Non sono mai stata mamma, che devo raccontare a riguardo?
Nonostante questa mia lacuna, tra il marasma che mi circonda in questo periodo non tutto è da considerarsi negativo.

Tra queste c'è il Ciccio(bello).
Il Ciccio è il cucciolo del quale mi occupo quando i suoi genitori si prendono la loro serata libera. 
A pochi giorni dalla sua nascita odorava già di buono e ora, che sta per compiere due anni, io lo considero un ometto.

I bambini sono un' universo bellissimo e lui, con la sua presenza, mi da la possibilità di scoprire questo mondo fantastico che muta di giorno in giorno.
Sì, perché può capitare di sfogliare insieme le pagine di un libro e che le figure  lui non le distingua neppure. Dopo una settimana quello stesso libro viene riaperto. Questa volta le figure prendono forma e dopo altri quindici giorni quelle stesse figure hanno dei nomi e colori.

La sua passione principale è la cucina e vedere questo gnometto alto neppure quattro spanne intento ad accendere il fuoco, tritare, mescolare, salare, assaggiare e far saltare la cena in padella come Guerrino è meraviglia pura.

UISHHSSH! BRUCIA!

Quando arrivo lui è con la sua mamma in cucina, intento a mangiare da solo. Finito la cena saluta i genitori e viene a giocare con me per tutta la sera. 
Gli parlo come fosse un adulto e ci gioco come se avessi la sua età.
Quando abbiamo finito, se non è particolarmente stanco mi aiuta a riordinare perchè anche i giochi devono andare a fare nanna. Ci scaldiamo un bicchierino di latte e dopo aver giocato con il bagnoschiuma e aver allagato mezzo bagno per lavare mani e denti, prima di metterci il pigiamino, cerchiamo di imparare a fare pipì come i grandi.
Non ha ancora capito che va fatta dentro il buco e non fuori, ma gli do tempo due settimane e sarà già in grado di imparare quando è il momento giusto di aprire la valvola.
Poi andiamo a prendere il cuscino che userà per dormire. Quello di papà o quello di mamma? Difficile scegliere perché li vorrebbe entrambi.
Fatta la sua scelta facciamo tuffare tutti gli amici di Madagascar e Ciuchino nel lettino
perchè saranno loro a fargli compagnia durante la notte.
A questo punto lo tranquillizzo dicendogli che sarò nell'altra stanza a finire di mettere a nanna i suoi giochi e che la sua mamma e il suo papà lo andranno a svegliare l'indomani mattina.

NIENTE LATTE STASERA
Il momento più bello è quando ci salutiamo con tantissimi baci e abbracci. A questo punto lui si sdraia accanto ai suoi amici. Io accosto la porta spengo la luce e dopo cinque minuti, massimo dieci, il mio bravissimo cucciolo dorme beato.
Sono fortunata perché è un bimbo talmente sereno che riesco a gestirmelo senza problemi e fa uscire quella mia parte materna che altrimenti non avrei modo di esternare. 
E' un bimbo sereno perché è circondato da familiari che non sono apprensivi e non gli trasmettono ansie e paure.
Ma soprattutto ha me che gli vuole un mondo di bene e che se lo mangerebbe di baci nonostante i suoi incidenti di percorso.

venerdì 3 maggio 2013

Rampini, Santini e Sneakers


Sono stati giorni carichi.
Tra litigi continui, vestiti infilati in fretta e furia in borsoni, ospitata in una casa che all'interno non possiede nulla di me, ritorni al Campo base e poi ancora litigi, piatti vuoti, venticinque sigarette in tre giorni dopo un anno e mezzo passato senza tabacco, di nuovo borse in terra, una laringite da curare con antibiotici e tanta tanta amarezza, non ho avuto il tempo, o forse la voglia, da dedicare al blog.

Torno per raccontare del mio svarione.
Oggi ho pranzato con una cara amica. Dopo giorni di digiuno quasi completo, il che, tutto sommato non mi sta facendo affatto male, decido di ingurgitare una cotoletta con verdure, becks, caffè e sigaretta. Anzi sigarette.
Seguo l'amica nel suo nuovo studio dove mi presenta le sue simpatiche assistenti e il pomeriggio prosegue tranquillo tra telefonate di clienti, riviste e tante scatole nere impilate.
Poi arriva Lei.
Non posso certo dire di non averla mai conosciuta. Da ragazzina mi venivano spesso gli occhi rossi per colpa sua. Poi gli anni sono passati e mi è capitata di incontrarla solo qualche altra rara volta.
Ma oggi quando l'ho rivista mi sono detta  -cazzomenefregaamè!- e dimenticando la birra, lo stomaco vuoto da giorni, gli antibiotici, gli antidepressivi, le pastiglie della pressione, quelle per la tiroide, quelle degli ormoni e le dieci liquirizie salate mangiate tra una sigaretta e l'altra ho fatto due tiri. Solo due stramaledetti tiri.
Ramazzotti alla radio ha cominciato a tormentarmi le orecchie e la tachicardia invece, ha cominciato a salire in maniera esagerata. Troppo esagerata. 
Ho cercato di non pensarci e mi sono concentrata sui discorsi dell'amica che intanto
ha continuato a spippettarsela.
Ma lei sale....sale....sale... o meglio scende scende scende fino ad insinuarsi nello stomaco procurandomi una forte nausea e sudorazione.
Non voglio dare nell'occhio, dopotutto io l'ho cercata, io l'ho voluta e poi, non era mica la prima volta. Ma....
Ma il relax non arriva.  Chiedo dov'è il bagno.
E quest'ultimo essendo cieco non mi aiuta proprio per niente.

Loro lo hanno chiamato Svarione. In realtà io lo chiamerei un collasso bello e buono o, se vogliamo, meglio dire la coglionaggine di una quarantenne che sapendo di essere piena zeppa di medicinali in corpo non dovrebbe farsi neanche UN tiro di canna!


Rampini, santini e sneakers
A fatica trovo la tazza del cesso ma non mi serve a nulla perché lei sale sale ancora fino a bloccarmi completamente le mani. Corro allora a mettere i polsi sotto l'acqua e mi bagno la fronte ed il collo, ma niente.
Le dita mi rimangono bloccate come rampini da ghiaccio!
Cazzocazzocazzo! Che ci faccio adesso con due rampini?
Rimetto la testa sotto il lavandino ma le forze cominciano a mancare.
Cosi, curva, sudata fradicia e con queste mani a gruccia esco dicendo Ragazze chiamate un ambulanza, perché sto male!
A tutte e tre gli e preso un colpo.

Tra panni bagnati, rassicurazioni, sorsi di CocaCola, l'amica che mi sventola davanti alla faccia, come fosse uno sciamano, il suo polso intriso di verbena e citronella qualcosa si è smosso, ma quelle dita non ne volevano proprio sapere di tornare a raddrizzarsi.
Allorché mi hanno fatto sdraiare con le gambe in aria.
Per un momento ho avuto come l'impressione che la mia amica mi stesse dando l'estrema unzione dato che ha socchiuso le persiane, ha acceso una candela, ha messo della musica di sottofondo. Poi con l'ipad in una mano e Lei nell'altra ha cominciato a leggermi frasi e versi sull'autostima. 
Mezz'ora dopo questo intortamento quelle dieci piccole dita bastarde hanno ricominciato a muoversi e il sudore e la tachicardia sono svaniti.

Posso dirlo? Che bello avere persone che si prendono cura di te!

Prima di andare via mi ha regalato un bellissimo paio di sneakers ed un braccialetto con tutte le Madonne raffigurate, tanto per essere sicura che io e la mia bici sgangherata saremmo tornate a casa sane e salve. 
Tutto è tornato alla normalità.
Certo. Sennò mica avrei potuto scrivere questo post.