giovedì 27 settembre 2012

Fiori di Bach






Sono anni che giro intorno a questo Elisir dall'effetto placebo.
E il perchè è molto semplice. Non ci credo.
Sono fermamente convinta che questi Fiori non producano nessun effetto, tranne solo quello della mia curiosità. Quest'ultima alla fine ha vinto su tutto.
Echeccazz'!
Anch'io VOGLIO e pretendo la mia boccetta salvatuttiirimedi in borsa!
Cosi quest'oggi, essendo di luna buona e avendo la mattinata libera, mi sono decisa a uscire di casa. Voi direte -che c'è di strano?- Per me ci sono giorni in cui anche uscire di casa diventa uno stress.
Davanti alla vetrina penso "E' forse un'erboristeria quella che vedo? Mavaaà! E' un villaggio di fate" mi rispondo.
Tra essenze, oli, profumi, candele, saponi e creme io ho sempre mirato ad UNA cosa sola. I FIORI DI BACH. Ma... non li ho mai acquistati.
La gentil donzella che si occupa della preparazione personale di questi intrugli credo mi abbia riconosciuto anche se ha fatto finta di nulla.
E tè credo! Ogni volta le faccio mille quesiti su che proprietà hanno, a cosa servono, quali posso prendere, se ci sono controindicazioni...
e poi...Grazie, grazie è stata molto gentile, ci penserò su.... Ma OGGI NO!

Oggi sono entrata come un Panzer-Divison.
.....
...Deve darmi alcune informazioni mi dice. Dica, dica. Ma lei per quale motivo vuole prendere questi fiori di Bach? Bhè...in che senso? Faccio io. Sa non tutti ne fanno uso ci devono essere buoni motivi. Mi faccia domande io le rispondo dico io. Umore? Umore pessimo. Quando? Mattina, pomeriggio, sera?
Mattina mattina. Quindi, lei quando mette piede giù dal letto....Sì vorrei tanto tornarmene a dormire dico io. E mica potevo dirle che mi da fastidio persino quando mio marito respira, avrebbe chiamato la neuro.

Dopo una serie di domande sulla mia situazione mentale lei mi dice di aspettare dieci minuti che mi avrebbe preparato il MIO INTRUGLIO PERSONALE.
Nel frattempo io mi dedico a tutti i Tester che sono disseminati in negozio.
Al suo ritorno, quando ormai il negozio è intriso d'essenza di Iris dell'Erbolario, ricevo il mio Elisir e rassicuro la maga che in associazione ai suoi Fiori di Bach avrei intrapreso nuovamente una terapia psichiatrica. La terza per l'esattezza. Ma solo perchè le altre due non le ho mai portate a termine.

-Aaah! Quindi lei ha una personalità altalenante?- Direi. Dico io.
…...

Ecco!  4goccex4volte al dì. La mia boccetta magica è a base di:
Agrimony Impatiens Vine White Chestnut e Brandy.
Non so quanto e se queste goccine mi faranno mai effetto. Forse ho buttato via 15 euro. O forse no. Sono comunque tornata a casa sorridente e soddisfatta.
E questo mi è bastato.
Peccato solo che dopopranzo un mal di testa tremendo si è impossessato di me. E l'unico rimedio l'ho trovato nella chimica delle Rosse Pastiglie Moment che poco hanno a che vedere con Fate e Folletti.

3 commenti:

  1. e ti sentirai meglio :) lo hai scritto anche tu tra le etichette: placebo. Funzioniamo proprio così, più ci convinciamo che qualcosa potrà aiutarci a stare meglio più, più, almeno inizialmente, appena ne entriamo in possesso stiamo meglio. Peccato che presto l'effetto finisce e dunque iniziamo a desiderare qualche altra cosa, insaziabili all'infinito. Benvenuta tra noi, cara Patti :)

    RispondiElimina
  2. due microconsigli: togli l'approvazione e la codifica di sicurezza sui commenti. Da queste parti non vanno molto per la maggiore xx

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giorgia, ti ringrazio tanto della dritta. Si capisce proprio che sono nuova vero? Spero di imparare presto. ;)

      Elimina

sentiamo che hai da dire